Cagliari si tinge di rosso per dire “no” alla violenza sulle donne

Nastri rossi in Comune e nella Municipalità di Pirri. L’anno scorso solo a Cagliari circa mille persone si sono rivolte ai centri antiviolenza. Guardate il VIDEO

Fiocchi rossi nel cancello del Comune di via Roma e all’ingresso della municipalità di Pirri per dire “no” alla violenza sulle donne. È l’evento clou del fitto programma previsto a Cagliari per la Giornata internazionale contro la violenza sulle donne. Un fenomeno in crescita anche in città: più del 30 per cento rispetto al 2013 e, secondo i numeri forniti dal Centro antiviolenza donne al traguardo e il Centro Donna Ceteris, la tendenza sembrerebbe invariata tra il 2014 e il 2015.

“I dati ci dicono che l’anno scorso le donne che a Cagliari hanno chiesto aiuto ai centri antiviolenza sono quasi mille – spiega la presidente della commissione Pari opportunità, Elisabetta Dettori – La fascia d’eta maggiormente colpita è compresa tra i 30 e i 50 anni: l’80 per cento di queste donne ha figli a carico e un buon livello di istruzione”. Tra le iniziative messe in campo dal Comune c’è quella di una Carta informativa per la violenza sull’adulto. “Ci stiamo lavorando – dice Elisabetta Dettori – Nel documento ci saranno una serie di numeri utili, oltre a quello nazionale 1522, attivi sul territorio e a cui potersi rivolgere in caso si subisca violenza”.

Non solo fiocchi rossi. Eventi anche in piazza Costituzione, dove Fidapa Sardegna ha organizzato l’iniziativa “…. Un foglio bianco….”: un gazebo informativo con finalita` di sensibilizzazione e informazione contro la violenza di genere ed ogni forma di discriminazione e bullismo. Alle 17 a Villa Muscas il Centro Antiviolenza Associazione Donne al Traguardo Onlus presenta il libro Regina delle ombre “In asulu bisensi” di Angelica Piras, e alle 18,30 “La Trilogia dell’AmorTe”. Alle 20 appuntamento nella discoteca Lido del lungomare per i Progetto PoettoCentro Antiviolenza Associazione Donne al Traguardo Onlus “Festa del Rotary Club Cagliari”. E alle 19, nella Cineteca di viale Trieste verrà proiettato un corto sul tema della violenza contro le donne.


In questo articolo: