Cagliari scippato a Marassi, ma in trasferta non sa più vincere

Vince la Sampdoria 1-0, rigore netto negato e gol regolare annullato a Sau. Ma il rendimenmto fuori casa della squadra di Lopez è da bollino rosso

Cagliari scippato a Genova: decisivi un rigore negato nella ripresa e un gol regolare annullato a Sau,. Decide invece il gol partita di Gastaldello, vince la Sampdoria e il Cagliari rivede le streghe della bassa classifica. Ancora una volta negativo il rendimento in trasferta.  Genova, scendono in campo Sampdoria-Cagliari. Lopez perde Pinilla per infortunio e schiera in attacco il duo Sau-Nenè. In panchina Cossu, al suo posto nel ruolo di trequartista Cabrera. Vecino titolare dal primo minuto, con lui a centrocampo Conti ed Ekdal.

Pronti via e il Cagliari si rende pericoloso con Sau con una bella girata verso la porta doriana. Le squadre si studiano, il Cagliari pressa e cerca di ripartire in velocità. 9’, Sampdoria ad un passo dal gol, bravo Avramov a respingere in corner. Sugli sviluppi del calcio d’angolo, Gastaldello, di testa, infila Avramov sul primo palo sfruttando un’indecisione dell’intera retroguardia sarda.

I rossoblù provano a non scomporsi e reagire, ma la squadra di casa è nuovamente pericolosa al tredicesimo minuto. I blucerchiati controllano bene la situazione di gioco e fanno la partita. I ragazzi di Lopez sono ora in palese difficoltà. Il mister rossoblù chiede più movimento ai suoi attaccanti anche senza palla, il centrocampo non riesce a smistare palloni. 19’, calcio di punizione per il Cagliari, Sau parte in posizione regolare, controlla la palla e mette in gol. Tutto inutile, rete annullata per un fuorigioco inesistente. Inutili le proteste dei rossoblù. Prova ad attaccare il Cagliari che vuole il pareggio, sono diversi i contrasti, Roca lascia giocare. Fase di stallo con le squadre bloccate a centrocampo, i padroni di casa lasciano il pallino del gioco al Cagliari che però non trova spazi in avanti. Altro corner per i blucerchiati, altro brivido per il Cagliari che si sa, soffre sulle palle da fermo. 33’, Ekdal al volo, palla alta sulla traversa. 37’, ancora Sau protagonista, stoppa la palla in aria, si gira e calcia ma viene murato dalla difesa doriana. Insiste il Cagliari, impreciso però sull’ultimo passaggio non riesce a creare pericoli reali alla porta di Da Costa. 43’, miracolo di Avramov su Gabbiadini. Poco prima, altro fuorigioco inesistente fischiato a Sau. 44’, ancora fuorigioco per Sau, non mancano i dubbi anche in questa occasione. Roca non concede recupero, si conclude il primo tempo sul risultato di 1-0 per la Sampdoria. Il Cagliari recrimina per il gol regolare annullato a Sau.

Si riprende, non ci sono cambi. 3’, Sau messo a terra in piena aria di rigore, per Roca è tutto regolare, continuano le proteste in casa rossoblù.
Insiste il Cagliari, grande impegno di Cabrera che però è impreciso, il suo traversone è lungo per tutti. Prosegue il pressing del Cagliari che chiude la samp dentro la propria metà campo. Anche i terzini sardi, Perico e Murru spingono sulle fasce, i sardi non ci stanno e cercano costantemente la via del gol. Troppe le imprecisioni, ma al 9’ Nenè sfiora il gol con un tiro in diagonale che Da Costa mette in calcio d’angolo. Lopez manda in campo Cossu, esce Cabrera decisamente insufficiente. 11’, Sau non arriva sulla palla a pochi metri dalla porta, risponde la Sampdoria con Gabbiadini che sfiora il gol del raddoppio, il suo tiro esce di poco al lato. Esce Soriano, dentro Obiang. Continua ad attaccare il Cagliari, partita quasi a senso unico, i rossoblù meritano il pareggio che però non arriva. Roca è nel pallone, Sau chiede un calcio di rigore per un fallo di mano evidente ma per il direttore di gara è tutto regolare. Insiste la squadra di Lopez, la samp si difende con i denti, i rossoblù sono anche sfortunati. 29’, Perico di prima, palla alta. Dentro Adryan, esce Ekdal, Lopez le prova tutte. 32’, punizione dai 25 metri per il Cagliari, calcia Nenè, la palla finisce in curva. 34’, altro intervento dubbio ai danni di Adryan in piena aria di rigore, Roca non fischia il rigore. Sempre in avanti il Cagliari, si entra negli ultimi dieci minuti di gara. 36’, Adryan fantastico per Sau che si libera del suo marcatore ma calcia debole e centrale. Dentro Renan, fuori Okaka. In campo anche Wszolek. Manca un minuto, poi solo il recupero, il Cagliari a testa bassa in avanti. 44′, Vecino colpisce bene ma il tiro è centrale. 

Prosegui la lettura


In questo articolo: