Cagliari, sbarco record di migranti. Cugusi: dove sono le istituzioni?

Il coordinatore di La Base in vista dello sbarco record di domani a Cagliari, lancia l’allarme: “Come può Cagliari accogliere 935 disperati in un colpo solo? Qui siamo alla deportazione, Alfano manda qui tutti i profughi. Zedda faccia sentire subito la sua voce”

Sarà lo sbarco di migranti più rande nella storia della sardegna: in 935 sbarcheranno domani al porto di Cagliari. Salela tensione anche a livello politico. Claudio Cugusi, consigliere comunale e coordinatore provicniale di La Base, lancia l’allarme: “Dove sono a Cagliari le strutture per accogliere decorosamente oltre 900 disperati in un colpo solo? Chi sta ordinando questo sbarco di poveri cristi, che sono scappati dalle loro terre non certo per venire in Sardegna? Dove sono le istituzioni, politiche e civili sarde? Perché non alzano la voce? Questa non è politica dell’accoglienza ma accettazione di una autentica deportazione. E non abbiamo paura di denunciarlo. 
Non sono sono in Sardegna e sto cercando di mettermi in contatto con il sindaco Zedda ma è ora che il Consiglio comunale di Cagliari, possibilmente in compagnia della Regione Sardegna, faccia sentire la sua voce al ministro dell’Interno italiano e al presidente del Consiglio”. Cugusi aggiunge: “Qui siamo veramente alla deportazione,  Alfano manda in Sardegna tutti i profughi confidando sul fatto che siamo gente civile che non si lamenta”.


In questo articolo: