Cagliari, rissa a Sant’Anna: parroco aggredito dalla baby gang perdona i ragazzini in lacrime

Insulti e colpi in via Azuni al termine dei festeggiamenti della patrona: ecco i retroscena. L’arrivo di centinaia di ragazzini scatena la rissa sulla scalinata: un gruppetto di scalmanati insulta e colpisce i volontari e don Ottavio Utzeri. Arrivano i carabinieri e identificano gli aggressori, ma il sacerdote perdona la baby gang nel frattempo scoppiata in lacrime: nessuna denuncia

Il parroco aggredito ha perdonato la baby gang in lacrime. I retroscena della maxi rissa che ieri notte ha animato Stampace. Erano da poco passate le 22: 30 e il musicista Nicola Agus stava concludendo il concerto, organizzato nell’ambito dei festeggiamenti per Sant’Anna, patrona del rione, sulla scalinata della chiesa di via Azuni e i volontari del comitato parrocchiale si accingevano a far partire la distribuzione del cibo.

In quel momento si presentano sulla scalinata i giovani che la notte frequentano il sito, sono tanti, alcuni testimoni parlano di 200 ragazzini. Da subito si lamentano per l’allestimento dei festeggiamenti e partono prima gli insulti e poi le aggressioni vere e proprie che non risparmiano nemmeno il parroco don Ottavio Utzeri. Vola qualche schiaffo prima dell’arrivo dei carabinieri che sedano gli animi. Un militare riesce a prendere possesso dei documenti degli aggressori del sacerdote che però davanti al giovane in lacrime si intenerisce e perdona il lupetto diventato improvvisamente agnellino davanti al timore di una denuncia.

I carabinieri hanno alla fine allontanato i giovani e la festa di Sant’Anna è andata avanti dopo l’incidente. Nessun ferito


In questo articolo: