Cagliari, Salvini contestato al mercato di via Quirra: “Adesso non puzziamo più, vero”?

Selfie, strette di mano, ma anche qualche frecciata: “Ora non puzziamo più, adesso profumiamo. Che faccia tosta”, gli hanno urlato alcuni contestatori, riferendosi alle frasi pesanti che il Carroccio ai tempi di Bossi riservava ai meridionali. Ieri, sempre nella struttura di Is Mirrionis, è stata attaccata la segretaria del Pd Schlein.


Per le ultime notizie entra nel nostro canale Whatsapp

“Via da qui, ma come fai a seguire un leghista?” Il ministro dei Trasporti Matteo Salvini è stato contestato stamattina all’esterno del mercato di via Quirra a Cagliari. Il leader della Lega Nord si è recato nella struttura comunale di Is Mirrionis accompagnato dall’ex vicepresidentessa della giunta regionale Alessandra Zedda e dell’assessore comunale alle Attività produttive Alessandro Sorgia. Selfie, stretta di mano, ma anche qualche frecciata: “Ora non puzziamo più, adesso profumiamo, che faccia tosta”, gli hanno urlato alcuni contestatori negli spezi del mercato riservati agli ambulanti, riferendosi alle frasi pesanti che il Carroccio ai tempi di Bossi riservava ai meridionali.
“Le partite si vincono al novantesimo”, ha dichiarato Salvini, “c’è una buona accoglienza mentre dall’altra parte ci sono solo attacchi e insulti (fascisti, leghisti e razzisti), io continuo a fare il mio mestiere, mi sto interessando alle strade, ai porti, agli aeroporti e alle ferrovie, penso che i sardi siano persone molto concrete quindi se uno mantiene gli impegni ti premiano”.
Ieri in via Quirra è stata contestata anche la segretaria nazionale del Pd Elly Schlein.


In questo articolo: