Cagliari: sabato 22 dicembre il Gruppo Isa apre 1 supermercato ed 1 discount nella centralissima via Dante

Il Gruppo Isa, primo gruppo sardo della distribuzione organizzata, sabato 22 dicembre alle ore 9 apre a Cagliari al numero 1 della centralissima via Dante non 1 ma addirittura 2 nuovissimi punti vendita: 1 supermercato Nonna Isa di oltre 1000 metri quadri ed 1 discount con insegna D’Italy di pari dimensione. PUBBLIREDAZIONALE

Il Gruppo Isa, primo gruppo sardo della distribuzione organizzata, sabato 22 dicembre alle ore 9 apre a Cagliari al numero 1 della centralissima via Dante non 1 ma addirittura 2 nuovissimi punti vendita: 1 supermercato Nonna Isa di oltre 1000 metri quadri ed 1 discount con insegna D’Italy di pari dimensione.

I due supermercati sono inseriti all’interno dell’ex Biochimico sardo acquistato e ristrutturato dal Gruppo ISA alcuni anni fa. La struttura ribattezzata BIHO si compone di tre immobili per complessivi 7000 mq, circondati da una bellissima piazza con un ampio giardino e da alberi e piante di rara bellezza.

L’area complessiva è di circa un ettaro ed ospita ai piani superiori un centro uffici ed un parcheggio sotterraneo per 200 auto.

I  2 nuovi punti vendita daranno lavoro ad oltre 20 dipendenti. Nel Supermercato Nonna Isa grande spazio per i reparti freschi e freschissimi: ortofrutta, banco salumi e formaggi, macelleria, panetteria e gastronomia calda e fredda. Molto ben curata e fornita l’enoteca con tutti i migliori vini sardi e nazionali.  Nell’arco di un mese poi sarà attivo anche il servizio di spesa online sia nella versione di ritiro in negozio (click&collect) che di consegna a domicilio click& delivery), servizio peraltro già attivo in altri 6 Supermercati e Iper NonnaIsa (shop.nonnaisa.com).

Michel Elias, presidente ed amministratore della capogruppo ISA spa commenta soddisfatto “la nuovissima struttura si inserisce in un piano di nuove aperture e di rafforzamento della rete diretta dei nostri supermercati che ci ha visto protagonisti negli ultimi 2 mesi a Sassari, ad Oristano ed ora a Cagliari”.


In questo articolo: