Cagliari, “ricoverata al Binaghi da 40 giorni: così sto combattendo contro il Covid”

Patrizia Giarrizzo, 69 anni, lotta da oltre un mese contro il virus: “Medici stupendi e sempre disponibili. Non vedo l’ora di vaccinarmi e di poter riabbracciare i miei figli”

Dal suo letto del covid hospital Patrizia chiama a Radio CASTEDDU: “È un posto eccellente, medici e operatori sono fantastici. Io ora sto bene, attendo solo che il tampone sia negativo. L’ultimo effettuato due giorni fa, era ancora positivo. È una malattia che devasta, sono stata ricoverata con la polmonite bilaterale e mi hanno curato e accudito benissimo.
La mia giornata tipo? La mattina ci svegliamo presto, abbiamo anche una vista stupenda: la Sella del Diavolo, Molentargius e anche questo è un respiro dell’anima che aiuta. Dopo che i sanitari rilevano tutti i parametri, come la temperatura, si aspetta che passino gli operatori che si prendono cura delle persone. A casa mia vivo con mia figlia e mia nipote e non vedo l’ora di riabbracciare la mia famiglia”.
Quella di Patrizia è una testimonianza molto significativa, “la testimonianza più bella che ci possa essere perché si stanno dando un gran da  fare. La notte, delicatissimi, passano e si avvicinano da ognuno di noi per sentire se abbiamo bisogno di qualcosa e se uno suona il campanello arrivano subito”.
Risentite qui l’intervista a Patrizia Giarrizzo di Paolo Rapeanu e Gigi Garau
e scaricate gratuitamente l’APP di RADIO CASTEDDU


In questo articolo: