Cagliari, cure dignitose per i malati: “Sì al pronto soccorso oncologico”

Sì all’assistenza umana e di qualità a beneficio dei pazienti e dei loro familiari. L’appello alla Regione: “Le istituzioni devono definire delle linee di indirizzo affinché si predisponga nell’immediato l’apertura di un pronto soccorso oncologico per i pazienti affetti da patologie neoplastiche”

“Le istituzioni regionali devono definire delle linee di indirizzo affinché si predisponga nell’immediato l’apertura di un pronto soccorso oncologico per i pazienti affetti da patologie neoplastiche, questo al fine di poter implementare tutti i percorsi diagnostici e terapeutici, in particolar modo durante tutte le fasi di emergenza che potrebbero presentarsi per le diverse complicanze anche a seguito o durante le terapie chemioterapiche o radioterapiche”. La proposta è di Gianfranco Angioni Usb Sanità.

“I malati oncologici in caso di necessità”, aggiunge, “devono essere presi in carico nell’immediato dagli oncologi di riferimento,  come in caso di una possibile infezione, una emorragia, una complicanza a seguito di un trattamento immunologico  che potrebbe indurre febbre, ma anche nausea o vomito non controllato o qualsiasi altra dinamica relativa anche alla terapia in atto. L’auspicio che finalmente si possa delineare appieno una rete oncologica regionale, che inglobi tutti i percorsi multidisciplinari con una presa in carico globale che possa garantire pienamente cure dignitose a beneficio dei pazienti, dei loro familiari e di tutte le professionalità (medici, infermieri, Oss e tutto il personale sanitario e tecnico) che ogni giorno si adoperano anche con mille di difficoltà a garantire un assistenza umana e di qualità”.


In questo articolo: