Cagliari, pranzo da incubo in via Trentino: “Studenti stretti come sardine sotto il soffitto a pezzi”

Un fiume di disagi tra i tavoli che ospitano, ogni giorno, migliaia di universitari. “Fila interminabile e controsoffitto a pezzi, c’è un grave problema di sovraffollamento”

La “mensa che scoppia”, in via Trentino, continua a regalare disagi ai tantissimi universitari che, ogni giorno, sperano di poter mangiare un boccone senza dover fare i conti con attese snervanti. E, soprattutto, incrociando le dita quando alzano gli occhi al tetto. La denuncia, correlata da foto, arriva da Federico Orrù, rappresentante in quota Unica 2.0 nel Cda dell’Ersu.
“Questa è la situazione della mensa di Via Trentino alle ore 14. Fila interminabile  contro soffitto a pezzi. È necessario ragionare sulla condizione strutturale e organizzativa di tutte le mense universitarie di Cagliari, capire come risolvere i problemi di sovraffollamento e garantire una manutenzione ordinaria delle stesse garantendo così la tutela del diritto allo studio”.


In questo articolo: