Cagliari piange Carlo Caria, scompare a 50 anni il parrucchiere di via Val d’Elsa

Un tumore si porta via uno dei barbieri più noti di San Michele, fratello del celebre “collega” Albino, conosciuto in tutta la città: le lacrime dei parenti

Lutto a Cagliari per la scomparsa, a cinquant’anni, di Carlo Caria, per decenni parrucchiere a San Michele. Negli ultimi quindici anni aveva il salone in via Val d’Elsa. Era fratello del celebre Albino, barbiere conosciuto in tutta la città (è il fondatore della “Bottega dello stile” nella centralissima viale Regina Margherita). Un tumore si è portato via Carlo Caria nel giro di circa tre anni, è morto oggi all’Hospice di Quartu Sant’Elena. Lascia una figlia di sedici anni. Già da qualche tempo aveva smesso di occuparsi di tagli e messe in piega, proprio a causa della malattia. È il cognato Stefano Raspizzu a raccontarlo: “Da un po’ di tempo il salone lo stava gestendo un ragazzo e Carlo aveva assunto il ruolo di direttore tecnico. Era nato a San Michele e lì, insieme proprio ad Albino, aveva gestito un altro salone, prima di mettersi in proprio e restare nel rione”, spiega Raspizzu, sposato con una delle sorelle di Carlo, Giusy. Una famiglia molto numerosa: “Nove, tra fratelli e sorelle”.

 

Le lacrime sono tante, ovviamente, per un 50enne che se n’è andato per colpa di un brutto male. Molto stimato e conosciuto, sempre col sorriso sulle labbra, Carlo Caria ha tagliato i capelli a tantissimi cagliaritani. “Una grandissima perdita, era davvero benvoluto e amato da tutti e noi, ogni momento, non abbiamo mai smesso di amarlo”.