Cagliari, per il Capodanno 2020 tornano i fuochi artificiali: “Ma niente botti”

La mezzanotte del primo gennaio accompagnata dalle luci dei fuochi artificiali, dopo anni di assenza ritorna lo spettacolo pirotecnico. Truzzu: “Dobbiamo solo scegliere il luogo”

Lo spettacolo pirotecnico della mezzanotte del primo gennaio? A Cagliari, negli ultimi anni, il Comune aveva preferito non farlo. Per il Capodanno 2020, però (il primo di Paolo Truzzu sindaco) i fuochi artificiali sono pronti a tornare a illuminare la città durante i brindisi e gli auguri di buon anno: “Stiamo cercando di capire quali risorse destinare e, poi, individuare il luogo adatto”, spiega Truzzu. In passato, lo spettacolo di luci aveva la sua “base” in un molo al porto di Cagliari, soprattutto negli anni dei maxi concertoni col palco allestito in via Roma. Adesso, col Capodanno diffuso, forse bisogna trovare un altro luogo. Il sindaco, anche alla luce delle proteste fatte negli ultimi anni dagli animalisti, preoccupati per l’effetto che lo scoppio di petardi e botti ha sugli animali, precisa che “non si tratterà di botti, i fuochi artificiali sono tutt’altra cosa. Anch’io sono molto sensibile per il tema della tutela di cani e gatti, e non potrebbe essere altrimenti visto che, in casa, ho un cane”.