Cagliari, paura a Pirri: maniaco incappucciato avvistato in via dei Tigli

Terrorizza le donne di Cagliari da anni: non è mai stato acciuffato. L’ultimo allarme nelle chat: “A Pirri sta operando un pazzo maniaco incappucciato, vestito di nero, statura media che molesta le donne di notte. Per favore fate attenzione e allertate più persone possibile”


Per le ultime notizie entra nel nostro canale Whatsapp

“A Pirri in via dei Tigli sta operando un pazzo maniaco incappucciato, vestito di nero, statura media che molesta le donne di notte. Per favore fate attenzione e allertate più persone possibile. E’ un individuo che si apposta in varie zone di Cagliari”. Nella chat l’ultimo avvistamento del maniaco incappucciato. Il malvivente misterioso che aggredisce le donne in città. Nonostante le forse dell’ordine gli stiano dando la caccia l’uomo continua a seminare il panico. Le prime segnalazioni e denunce (anche se non sempre le aggressioni a sfondo sessuale sono state formalizzate alle forze dell’ordine) risalgono al 2014 coi episodi di molestie avvenuti ai danni di donne alcune in via Giotto. Nel 2019 una minorenne viene aggredita sempre nella stessa strada a pochi passi dalla cooperativa Rinascita e stavolta la denuncia arriva alla caserma dei carabinieri. Altri tre episodi nel 2020 e nel 2021 (via Giotto e via Gherardo delle Notti) e la notte dell’ultimo Capodanno un altro assalto, sempre in via Giotto. Un condomino ha raccontato che la vittima è stata bloccata all’interno del palazzo, spinta contro il muro e aggredita fisicamente, prima che il maniaco riuscisse a scappare.

 

 

Nel gennaio 2022 il caso della crocerossina palpeggiata in via Cornalias. E poi il Cep. Il 2 settembre una nuova violenza in via Paruta intorno alle 3,15 del mattino e il 29 settembre la disavventura di due 18enni nello sterrato di via Flavio Gioia. Identico l’orario (le 3 del mattino) e le modalità di aggressione (palpeggiamento ed esibizione delle parti intime). Nel novembre del 2022 parchetto di via Talete il palpeggiamento di una bambina di 10 anni. Nel maggio 2023 saltano fuori altri episodi. Poi il 14 giugno un maniaco incappucciato sfiora le parti intime di una ragazza, accovacciata tra i cespugli durante una festa al colle di San Michele. Qualche giorno prima stesso discorso per un’altra giovanissima, molestata mentre si era appartata in uno sterrato di via Is Mirrionis accanto ai campi dove si è svolto l’evento Ateneika. Il 10 luglio una donna è stata pedinata in via Vesalio di notte. E il 12 novembre un’aggressione in via Newton. Pochi giorni dopo, il 6 dicembre, viene avvistato sotto casa di alcune studentesse in via Piovella e una settimana dopo una ragazza che portava a spasso il cane nelle ore serali viene aggredita in via Giotto (nuovamente a Mulinu Becciu).  Il penultimo avvistamento il 18 gennaio scorso in via Avogadro al Cep: stava puntando il laser contro una finestra e si stava masturbando.


In questo articolo: