Cagliari, nuova ondata di strisce blu in arrivo: strage di parcheggi gratuiti in centro

Accordo tra Comune e la società che gestisce i multipiano: saranno a pagamento altri 259 stalli nella zona tra Palazzo di Giustizia e Monte Urpinu e tra viale Diaz e viale Colombo. Nuovo assetto degli stalli che in qualche caso saranno ridotti. Ecco tutte le strade coinvolte. Tra queste anche via Scano e via Tuveri


Per le ultime notizie entra nel nostro canale Whatsapp

Altri 259 parcheggi a pagamento in arrivo, in gestione alla ditta che gestisce due strutture interrate per la sosta in città. Tutti nella zona tra Palazzo di Giustizia e Monte Urpinu e quella tra viale Diaz e viale Colombo. La decisione è una delle ultime assunte dall’esecutivo dell’ex sindaco Zedda.

Il provvedimento nasce dall’accordo tra il Comune e la società Parcheggi Urbani che (in base ad una gara pubblica vinta nel 2000) gestisce attualmente i parcheggi multipiano di via Amat e viale Regina Elena e la sosta di superficie delle zone limitrofe

Ma la stessa società ha sollevato nel corso degli anni alcune criticità sul contratto, dovute alla successiva introduzione di imposte inizialmente non previste (Ici, Imu e Cosap). Si è cioè lamentata di essere stata costretta a pagare più di quanto le spettasse in base agli accordi stipulati.

Nel corso di numerosi incontri tra la ditta e il Comune è stata quindi stabilita una compensazione. E così per “riequilibrare finanziariamente” l’accordo la giunta ha stabilito di istituire 259 stalli a pagamento da assegnare in concessione alla Parcheggi Urbani.

Nelle strade coinvolte previsto un riassetto di tutti gli spazi di sosta (che in qualche caso diminuiranno) e anche i parcheggi che oggi sono gratuiti saranno a pagamento.  Ecco dove: 59 in via Carboni Boi, 53 in via Cugia, più altri 43 in via Tuveri e altri 68 in via Scano. Altri parcheggi a pagamento spunteranno accanto a via Roma, tra viale Colombo e viale Diaz: 36 stalli tra via Campidano e via Pirastu.


In questo articolo: