Cagliari, ora i migranti sbarcano persino a Su Siccu: “Sindaco e Regione fermino questa invasione”

Il Movimento Sociale Sardo: ” È inaccettabile che possano avvenire sbarchi clandestini anche al porto di Cagliari, ci aspettiamo una forte presa di posizione da parte del Sindaco e da parte del Presidente della Regione affinché facciano valere il diritto della popolazione residente ad essere difesa da questa continua, pericolosa e incontrastata invasione”

Il Movimento Sociale Sardo attacca dopo il clamoroso sbarco dei migranti a Su Siccu: “Regione e Comune di Cagliari reagiscano, gli sbarchi di clandestini sono inaccettabili”.
Il segretario Daniele Caruso afferma in una nota: “Gli sbarchi di clandestini in Sardegna stanno continuando costantemente in barba a qualsiasi norma di sicurezza e con grave rischio per la sicurezza della popolazione locale. Nonostante siano imposte a tutti una serie di restrizioni difficilissime da rispettare per evitare la diffusione del Covid-19 e gli sbarchi nei giorni scorsi di clandestini, alcuni positivi al Covid.
 È inaccettabile che possano avvenire sbarchi clandestini anche al porto di Cagliari, ci aspettiamo una forte presa di posizione da parte del Sindaco e da parte del Presidente della Regione affinché facciano valere il diritto della popolazione residente ad essere difesa da questa continua, pericolosa e incontrastata invasione”.
“Questo pomeriggio, nell’Aula della Camera, ho denunciato i continui sbarchi di immigrati che in Italia si stanno susseguendo. Non solo ora in Sicilia, dove un Viceministro dei Trasporti ha scambiato la nave degli immigrati in quarantena per una nave turistica e dove sono stati trovati 28 positivi ma anche per denunciare lo sbarco di immigrati tunisini nel porticciolo di su siccu a Cagliari”, lo dichiara il Deputato di FdI, Salvatore Deidda.

“Tale sbarco segue quello degli scorsi giorni da parte di immigrati algerini, due dei quali positivi. Non usiamo allarmismo – prosegue Deidda – ma chiediamo risposte da parte del Ministro dell’Interno, con una informativa urgente, su quali azioni intende adottare per mettere fine a questi sbarchi e si eviti che la Sicilia e la Sardegna diventino terra di sbarchi e per di più soggetti positivi.”

“Per quanto riguarda la Sardegna – conclude l’esponente di FdI – gli immigrati algerini, ed oggi questi tunisini, arrivano indisturbati nelle nostre spiagge e mettono a rischio cittadini e forze dell’Ordine. L’abbiamo denunciato da tempo e non abbiamo mai avuto risposte e gli sbarchi sono continuati senza sosta. Ora vogliamo risposte e zero sbarchi per non compromettere i sacrifici dei nostri cittadini”.

É quanto dichiara in una nota Salvatore Deidda, Deputato di FdI.

RispondiRispondi a tuttiInoltraModifica come nuovo


In questo articolo: