Cagliari, open day alla scoperta delle meraviglie custodite nell’Archivio storico

Si può prenotare una visita dentro la storia via mail all’indirizzo archivio.storico@comune.cagliari.it o per telefono al numero 0706773864.  

Mercoledì 15 dicembre alla MEM – Mediateca del Mediterraneo, dalle 9 alle 13 e dalle 15 alle 19, l’Archivio Storico del Comune di Cagliari propone al pubblico un Open Day.  

Una giornata alla scoperta della storia conservata nei preziosi archivi che nelle sue carte riflette il passato il passato della città di Cagliari e dei suoi cittadini e di tutti i sardi che in città nacquero, vissero o semplicemente ci passarono.  

In occasione dell’Open Day, verrà allestita una mostra documentaria e saranno eccezionalmente esposti alcuni tra gli atti più preziosi facenti parte del patrimonio dell’Archivio Storico del Comune di Cagliari che hanno sancito la storia della nostra città, quali per esempio il Ceterum, l’atto di nascita della città reale, il Libro verde, con i principali privilegi concessi alla città, la Pace d’Arborea, testimone dell’ultimo accordo prima della disfatta del giudicato di Eleonora, o tanti altri documenti che hanno codificato i momenti più importanti della storia locale e non solo. 

La storia, la grande Storia, quella che si studia sui libri sin da bambini e che man mano diventa sempre più attenta e particolareggiata, quella che ispira romanzi, trasposizioni cinematografiche e teatrali, quella che definisce i luoghi e le persone e quello che siamo è il risultato delle fonti documentali custodite negli archivi e quelli del Comune di Cagliari ne sono esemplare esempio.  

L’Open Day di mercoledì 15 dicembre è un’occasione per riscoprire un patrimonio per molti ancora sconosciuto. L’Archivio Storico si apre ai suoi cittadini per svelare la loro stessa storia partendo dagli anni più remoti.  

Si può prenotare una visita dentro la storia via mail all’indirizzo archivio.storico@comune.cagliari.it o per telefono al numero 0706773864.  

Per l’accesso alla MEM è richiesto il Green Pass leggero, al fine di garantire il contingentamento del pubblico, nel rispetto delle vigenti normative atte a prevenire la diffusione del Covid–19. 


In questo articolo: