Cagliari, non ce l’ha fatta l’uomo ustionato a Mulinu Becciu: lacrime per Corrado Pani alla Telecom e nel mondo della pallavolo

L’uomo, appena 51 anni, era rimasto coinvolto nell’esplosione avvenuta in un palazzo di piazza delle Muse il giorno di Pasqua: questa notte le sue condizioni si sono aggravate e stamattina il suo cuore ha cessato di battere, per la disperazione dei suoi tanti amici. Corrado Pani era conosciutissimo a Cagliari per la sua attività sportiva, lascia la moglie e due figli

Cagliari, lacrime per Corrado Pani alla Telecom e nel mondo della pallavolo: non ce l’ha fatta l’uomo ustionato a Mulinu Becciu. L’uomo, appena 51 anni, era rimasto coinvolto nell’esplosione avvenuta in un palazzo di piazza delle Muse il giorno di Pasqua: questa notte le sue condizioni si sono aggravate e stamattina il suo cuore ha cessato di battere, per la disperazione dei suoi tanti amici. Corrado Pani era conosciutissimo a Cagliari per la sua attività sportiva, lascia la moglie e due figli.
Nel mondo della pallavolo amatoriale  lascia invece 400 amici che ogni hanno avevano il piacere di scambiare bagher e schiacciate con lui. In suo onore la sua squadra ha deciso di aggiungere un paio d’ali all’Omino simbolo del Dioniso Team mentre gli organizzatori della Manofuori Cup hanno deciso di chiamare d’ora in poi la categoria dove lui giocava SUPER 10 (Super Ten), come il suo numero di maglia.
Ma anche alla Telecom la notizia è stata accolta con grandissimo dolore e cordoglio, era un collega stimato da tutti, una perdita dolorosa avvenuta purtroppo per una tragica fatalità: quel boato che aveva lacerato un palazzo, la caduta, le ustioni e le ferite riportate, diverse settimane nelle quali Corrado aveva lottato contro la morte, con tutte le sue forze. Anche le associazioni sportive che lo conoscevano bene stanno esprimendo i loro migliori ricordi per la scomparsa di Corrado Pani. 
La deflagrazione era avvenuta in una veranda al piano di una palazzina condominiale. All’interno  c’era una famiglia con figli e Corrado Pani era stato sbalzato giù dal terzo piano finendo nel cortile interno condominiale, subito soccorso e trasportato in codice rosso al Brotzu dagli operatori medico sanitario inviati con un’ambulanza dal servizio di emergenza del 118. Oggi Corrado ha finito di soffrire, ma in tanti lo ricorderanno per sempre con grande affetto e immensa amicizia.


In questo articolo: