Cagliari, multa da 5mila euro a un fruttivendolo: “Sono abusivo ma ho un bimbo da sfamare”

Migliaia di euro da pagare per aver venduto frutta e verdura in via Sant’Alenixedda. Mauro Arippa, 52 anni, ha deciso di rischiare di nuovo: “Chi fa una rapina non riceve una multa simile, ne ho prese almeno cinquanta ma non le ho mai pagate”. GUARDATE la VIDEO INTERVISTA

Mauro Arippa ha 52 anni e vende frutta e verdura per strada, in via Sant’Alenixedda. Non ha nessuna autorizzazione, “sì, lo ammetto”, e la settimana scorsa si è visto staccare una multa “da cinquemila euro. Non è la prima, ne ho prese almeno un’altra ventina e, ai tempi delle lire, arrivo a un totale di cinquanta”. Pagate? “Mai, sono cifre impossibili. Faccio questo lavoro dall’età di tredici anni, non mi sono mai messo in regola perchè ti danno autorizzazioni per lavorare in posti dove non c’è nessuno, qui almeno ci sono persone”, spiega Arippa.

 

“Ho una moglie che fa le pulizie e guadagna seicento euro al mese, un figlio di quattro anni e mezzo e un affitto mensile da pagare di 350 euro. Sommando le spese per la luce, per l’acqua e per altro le uscite sono superiori alle entrate. A chi fa una rapina, processo e arresto a parte, non gli fanno mica una multa da cinquemila euro. A chi come me si arrangia così e non ruba, invece sì, e ci viene sequestrata pura la merce regolarmente acquistata al mercato all’ingrosso”.

 

 


In questo articolo: