Cagliari, il maniaco sessuale del Cep spaventa il quartiere: tre donne aggredite di notte in pochi mesi

Prende di mira le donne che si muovono a piedi di notte da sole nella zona a cavallo dell’asse mediano. Dopo l’episodio di via Flavio Gioia, spuntano due nuovi casi in via Paruta. Le modalità sono identiche: si muove in silenzio poi palpeggia le vittime e mostra le proprie parti intime. La polizia gli dà la caccia

Un maniaco sessuale colpisce al Cep. Agisce intorno alle 3 del mattino e prende di mira donne che girano sole. Mostra loro le parti intime e le palpeggia. Dopo l’episodio delle diciottenni aggredite nel campo dietro via Flavio Gioia, spunta una nuova molestia accaduta precedentemente. E forse anche un terzo. Identico l’orario (le 3 del mattino) e le modalità di aggressione (palpeggiamento ed esibizione delle parti intime). Diverso solo il luogo dell’attacco, stavolta in via Paruta. “La notte tra venerdì 2 e sabato 3 settembre sono stata aggredita nello stesso modo della ragazza vittima dell’aggressione di via Flavio Gioia”, racconta Elena, 39 anni, che ha presentato anche dettagliata denuncia alla polizia, “è successo proprio sotto la mia abitazione. Abito in via Paruta e tornavo da una serata con amici intorno alle 3.15 del mattino. Anche nel mio caso è arrivato da dietro silenziosamente e ha raggiunto le mie parti intime. Io ho urlato e lui si è allontanato velocemente in direzione Cep. Io ho chiamato la polizia che è subito accorsa e ho formalizzato la mia denuncia sabato presso la questura di Cagliari. Dalla descrizione sono certa si tratti della stessa persona. Non ho dubbi”.

Si tratterebbe di un ragazzo giovane, di carnagione chiara e non prestante fisicamente. E potrebbe essere l’autore di un’altra molestia sessuale. Accaduta sempre in via Paruta, alle tre di notte in una giornata luglio scorso, avrebbe mostrato le parti intime a una ragazza. La polizia è sulle sue tracce.


In questo articolo: