Cagliari, migrante gambiano terrorizza una donna cagliaritana a Pirri: calci e pugni all’auto

Il giovane richiedente asilo è stato arrestato dai carabinieri per tentata estorsione: aveva chiesto insistentemente soldi alla donna cagliaritana che si è poi barricata nell’auto che è stata presa a calci e pugni

Nella mattinata odierna i carabinieri del nucleo radiomobile della compagnia CC di Cagliari hanno tratto in arresto per il reato di tentata estorsione un giovane gambiano extracomunitario classe 1998, richiedente asilo. Infatti, durante le prime ore del mattino, una donna cagliaritana di 52 anni ha notato la presenza del giovane extracomunitario nelle vicinanze di via Legnano ove la stessa aveva poco prima parcheggiato la propria vettura. Improvvisamente la donna ha capito che l’extracomunitario si avvicinava alla sua automobile con fare assolutamente minaccioso, e giunto in prossimità della donna, le chiedeva insistentemente del denaro. La donna si è rifiutata e salita a bordo del mezzo, ha poi chiuso le relative sicure.

A quel punto il giovane gambiano ha iniziato con una violenta furia e aggressività a percuotere con calci e pugni l’autovettura della donna che, terrorizzata, chiamava immediatamente il 112. La centrale operativa dei carabinieri ha fatto scattare le  ricerche intercettando il giovane extracomunitario, rifugiatosi all’interno della struttura ricettiva per extracomunitari sita in via Santa Maria Chiara, ammanettandolo e traendolo in arresto. Il giovane veniva tradotto presso gli uffici del comando provinciale e recluso all’interno delle relative camere di sicurezza in attesa della celebrazione del rito direttissimo che avverrà nella giornata di domani.