Cagliari, “meno clienti con la pista ciclabile: in via della Pineta meglio la zona 30”

Maria Pitzalis, 61 anni, da oltre tre decenni ha una gioielleria sul lato dove, presto, passeranno le biciclette: “Impossibile parcheggiare, ho perso i clienti che si fermavano un attimo con l’auto per acquistare: più traffico e file, era meglio la zona 30”. GUARDATE la VIDEO INTERVISTA

Una nuova pista ciclabile che non piace a più di un commerciante, quella realizzata in via della Pineta a Cagliari. Pista, cordolo e parcheggi in linea: risultato: strada “ristretta”. E Maria Pitzalis, gioielliera 61enne, è furiosa: “Il giudizio è negativo, non si riesce più a parcheggiare e il lavoro è diminuito molto da quando c’è la posta. Ogni giorno arrivo da Pirri e non trovo quasi mai spazio in via della Pineta. Non è tanto un problema per me, quanto per i clienti che non possono più fermarsi un attimo per acquistare. Anch’io ho sempre chiesto la zona trenta, ma ci hanno sempre risposto che avrebbero fatto la pista ciclabile”. E, appunto, l’hanno realizzata. “Adesso tutti i parcheggi sono occupati dai residenti e non c’è più spazio per nessuno”.
E la velocità delle auto? “È sempre stata la stessa, anzi, il traffico è aumentato, soprattutto quando deve passare un camion o il pullman. Ci sono più file e code”.

In questo articolo: