Cagliari, maxi immondezzaio tra Brotzu e Oncologico: poltrone, vestiti e anche siringhe

Eccola, l’ennesima discarica creata dai “supercafoni” dei rifiuti, a pochissimi metri dagli ospedali. La denuncia, con tanto di foto, di Elena Mameli: “Un orrore sotto il colle di San Michele, perchè il Comune non riqualifica l’area e crea una zona di verde per i pazienti dei due ospedali? GUARDATE le FOTO

Non c’è pace nelle zone poco “visibili” di Cagliari, i cafoni dei rifiuti sembra che sappiano dove andare a colpire, nonostante la “stretta” sui controlli e le multe attuata, nelle ultime settimane, dal Comune di Cagliari. Elena Mameli, 27enne residente a Selargius, nella zona di Su Planu, ha inviato alla nostra redazione sei fotografie choc, che mostrano un vero e proprio immondezzaio a cielo aperto. Ecco, di seguito, la sua lettera: “Buongiorno, mi chiamo Elena Mameli, ho 27 anni. Sono residente a Selargius e vivo a Su Planu, vicino l’ospedale Brotzu e vicino all’ospedale Oncologico. Vicino all’Oncologico c’è una via dove solitamente si parcheggiano le macchine, continuando a camminare per la via è presente una discarica a cielo aperto dove si trova di tutto, dalle siringhe a poltrone, materassi, casse di bottiglie di birra, sacchi dell’immondizia pieni di erba secca, vestiti, un televisore e così via. La mia richiesta è che venga ripulita l’area, essendo in prossimità dell’ospedale e al di sotto del colle San Michele. La zona se venisse riqualificata potrebbe diventare una zona di verde per i pazienti dell’ospedale. Ho mandato la email anche all’assessore dell’Ambiente”.

 

Elena Mameli


In questo articolo: