Cagliari, sos di una famiglia: “Viviamo in 5 in 40 metri quadri con 350 euro al mese: aiutateci”

Marito, moglie, suocera e due bambini “stipati” in un alloggio popolare in via Piero della Francesca. Sono disperati. Lucia Santoru, 34 anni: “Mia suocera 72enne ha un efisema polmonare ed è cardiopatica, nel palazzo non c’è l’ascensore. Viviamo grazie alla sua piccola pensione, abbiamo chiesto al Comune di cambiare casa ma nulla: cerchiamo un altro appartamento ma che costi poco, o una casa da restaurare: aiutateci”

In cinque in quarantuno metri quadri, in un palazzo senza ascensore e con gli “spazi vitali” decisamente ridotti. L’ennesimo caso di una famiglia cagliaritana in difficoltà arriva da via Piero della Francesca, a Mulinu Becciu. Marito, moglie, suocera e due bambini di 2 e tredici anni, da anni, vivono in un alloggio popolare “troppo piccolo per le nostre esigenze”.
A raccontare l’odissea che stanno vivendo è Lucia Santoru, 34 anni: “Mio marito non lavora, nemmeno io. Mia suocera, inoltre, ha settantadue anni, è cardiopatica e ha un efisema polmonare. Ogni volta che vuole uscire di casa è un problema, per rientrare deve fare quattro piani e ci sono solo le scale, per salirle deve munirsi di bomboletta per l’ossigeno”, racconta. Una vita non facile, insomma, stando al racconto della Santoru: “I nostri bimbi non hanno nemmeno una cameretta tutta per loro”, aggiunge la donna. Già da tempo hanno provato a bussare alla porta di quello stesso Comune che, anni fa, è riuscito a sistemarli in un alloggio popolare: “Quarantuno metri quadri sono troppo pochi, siamo in cinque, gli spazi sono davvero ridotti. Abbiamo cercato un’occupazione, ma non abbiamo trovato nulla, purtroppo”.
L’sos è davvero prioritario: “Siamo una famiglia onesta, dobbiamo vivere grazie pensione di 350 euro al mese di mia suocera”, aggiunge la Santoru, “siamo disposti a fare qualunque tipo di lavoro. Chiediamo, a chi può, di aiutarci, magari con una nuova casa più grande, ovviamente possiamo pagare un affitto molto basso, ora come ora. Oppure, va bene anche una casa da ristrutturare, o nella quale poterci vivere facendo, in cambio, i guardiani. Chiunque potesse darci una mano può chiamarci al +393517586168”.