Cagliari, l’idea del Comune contro i parcheggiatori abusivi: “La sosta si può pagare alla fine”

Combattere gli abusivi presenti tra i parcheggi in città? Per l’assessore alla Sicurezza Carlo Tack un modo c’è: “Sosta pagata alla fine, così il ticket non viene dato prima dagli abusivi: per il Brotzu si può aprire un ragionamento con la direzione dell’ospedale”. Cosa ne pensate?

Parcheggiatori abusivi, che novità in tal senso? “Ho avuto una riunione con l’assessore della viabilità e con i dirigenti competenti e abbiamo sottolineato la necessità, nelle aree che sono più frequentate dai cosiddetti parcheggiatori abusivi, di studiare dei sistemi e anche di per rivedere i meccanismi di sosta per cercare di contrastare, in diretta, il fenomeno dei parcheggiatori. La settimana prossima – spiega l’assessore comunale alla Sicurezza Carlo Tack a Radio Casteddu – avremo una riunione per valutare le soluzioni tecniche migliori per arrivare a questa soluzione. Una delle varie ipotesi potrebbe essere quella di ipotizzare anche un differente meccanismo di sosta anziché quello che c’è adesso: infatti uno prende il bigliettino e paga subito e il parcheggiatore abusivo si è inventato questa sorta di servizio di mediazione e quindi anticipano la persona che parcheggia e comprano il bigliettino”.

 

 

“Potrebbe essere un’idea ipotizzare, come quello che succede nei parcheggi custoditi dove si mettono delle sbarre, si prende il bigliettino e si paga alla fine quando uno se ne va. Potrebbe essere un’idea. Per il Brotzu, per esempio, la realtà è un po’ diversa, è un’area privata quindi ci sarebbe da fare un discorso un po’ più complesso e ragionare con la direzione dell’ospedale”.