Cagliari-Lazio, la beffa rossoblù: Immobile all’ultimo nega la vittoria a Lopez

Una vera e propria beffa: Immobile segna all’ultimo minuto di recupero con un colpo di tacco al volo sotto l’incrocio dei pali e al Cagliari resta solo il 2-2, l’amaro in bocca

Una vera e propria beffa: Immobile segna all’ultimo minuto di recupero con un colpo di tacco al volo sotto l’incrocio dei pali e al Cagliari resta solo il 2-2, l’amaro in bocca per un pareggio che sembrava ormai impossibile. La vittoria era quasi arrivata grazie al Var: oltre tre minuti di tempo per concedere quel rigore realizzato da Barella che ha illuso i rossoblù, autori comunque di una  bellissima prestazione contro la squadra di Inzaghi. Il pareggio sarebbe stata considerato un risultato d’oro alla vigilia, ma per come si è svolto il secondo tempo i tifosi hanno davvero sognato la vittoria. Nel Cagliari il migliore è stato Han, nella Lazio il peggiore Felipe Anderson che con una serie di errori nel finale ha favorito le ripartenze dei rossoblù. Nel primo tempo la squadra di Lopez, corta e aggressiva , era passata in vantaggio con Pavoletti bravo a respingere in rete dopo una traversa colpita da Han. Poi il pareggio per un autogol di Ceppitelli su un contrasto con Leiva.

Nel secondo tempo la Lazio pressava e il Cagliari si chiudeva in difesa, ma è bastata una indecisione difensiva dei biancazzurri per decretare il rigore su fallo di LUis Felipe nei confronti di Pavoletti. Barella trasformava con freddezza e a quel punto iniziava un’altra partita. Che la Lazio è riuscita a pareggiare soltanto grazie a una fortunata e poderiosa intuizione di Immobile all’ultimo secondo, un colpo di tacco imprendibile per Cragno che ha gelato la Sardegna Arena. Ora il Cagliari ha solo due punti di vantaggio sulle terzultime: deve vincere a Benevento.


In questo articolo: