Cagliari-Lazio 1-3, poker di sconfitte consecutive per Ranieri: brilla soltanto Gaetano

Inspiegabile formazione nel primo tempo con una sola punta e tanti difensori, puntuale arriva il vantaggio della Lazio e poi il raddoppio: il Cagliari si sveglia tardi con Gaetano che segna un eurogol, ma quando sembra vicino il pareggio subisce il terzo gol in ripartenza. Ora la classifica si fa durissima

Cagliari-Lazio 1-3, poker di sconfitte consecutive per Ranieri: brilla soltanto Gaetano. Inspiegabile formazione nel primo tempo con una sola punta e tanti difensori, puntuale arriva il vantaggio della Lazio e poi il raddoppio: il Cagliari si sveglia tardi con Gaetano che segna un eurogol, ma quando sembra vicino il pareggio subisce il terzo gol in ripartenza. Ora la classifica si fa durissima, il Cagliari continua a prendere caterve di gol con una difesa horror: stavolta Ranieri ha deciso di escludere e bocciare addirittura Dossena, lasciandolo un tempo in panchina insieme a Petagna, Pavoletti, Prati e Luvumbo. In campo solo i più rinunciatari, ed è arrivata l’ennesima sconfitta annunciata, dopo che il mister in conferenza stampa aveva dichiarato che l’obiettivo era pareggiare. Incredibile il rientro di Dediola addirittura da capitano, che si presenta alla Unipol Domus con una autorete in solitaria, senza alcun giocatore avversario attorno, a dimostrazione che il livello della squadra è davvero scarsa. Con Giulini presidente continuano le amarezze e le umiliazioni per i tifosi rossoblù, che ormai non sanno a che santo votarsi. La Lazio passeggia e ringrazia e si porta a casa i tre punti. Domenica prossima spareggio salvezza a Udine, forse l’ultima possibilità per risorgere. Il Cagliari resta penultimo in classifica staccato di tre punti ora dall’Empoli che ieri ha sbandato Salerno, dove è stato esonerato Pippo Inzaghi. Al suo posto potrebbe arrivare uno tra due allenatori che in passato avevano salvato il Cagliari, Semplici o Ballardini.


In questo articolo: