Cagliari, l’annuncio di Zedda: 42 milioni contro il rischio alluvioni

Ecco tutti i lavori partiti in questi giorni

42.500.000 euro in interventi per la mitigazione del rischio idrogeologico. Lo annuncia il sindaco Massimo Zedda, che spoiega come verranno spesi i finanziamenti: “Sono partiti nei giorni scorsi i lavori in via Campeda (immagine 1) per la riorganizzazione del sistema fognario: le vecchie condotte erano spesso causa di allagamenti in tutta la zona. Importo: 800.000 euro.

Nel frattempo proseguono i lavori per l’ampliamento della vasca di via Stamira (immagine 2) e per la realizzazione di quella in via Socrate a Pirri: importo complessivo 3.000.000 di euro.

In corso anche gli interventi per il completamento del collettore C38 di via Ampere. L’appalto (1.500.000 euro) comprende anche il collettore di via Campeda. Sono stati aggiudicati i lavori (1.000.000 di euro) per il completamento del collettore C70, che raccoglie le acque di Barracca Manna: partiranno a breve, al momento sono in corso le verifiche tecniche aggiuntive con ARST per l’organizzazione del cantiere.

E’ in corso l’appalto per i lavori di sistemazione delle strade di Barracca Manna con i relativi sistemi di raccolta delle acque, per un importo complessivo di 8.000.000 di euro.

Abbiamo presentato il progetto definitivo del sistema di mitigazione da 29 milioni di euro, già inserito dalla Regione Sardegna e dal Ministero delle Infrastrutture tra le opere finanziate contro il rischio idrogeologico. Siamo in attesa dell’assegnazione formale dei fondi per l’avvio degli appalti.

Si tratta di un complesso e articolato sistema di opere che servirà ad alleggerire in modo significativo le problematiche in caso di forti piogge: piani, progetti e finanziamenti – tradotti in interventi concreti – che abbiamo predisposto e condiviso con l’intero Consiglio della Municipalità di Pirri. Tutte risorse investite, come per gli altri cantieri in città, senza un euro di indebitamento per i cagliaritani”.


In questo articolo: