Cagliari, laboratorio per insegnare ai bimbi la “diversità familiare”

La risposta indiretta del Comune alle Sentinelle in Piedi: parte un laboratorio per insegnare ai bambini quanto sono “diverse” le famiglie di oggi e quanta varietà possono avere

Il Comune di Cagliari “risponde” alle Sentinelle in piedi. Che domenica manifesteranno a Marina Piccola nel nome di un’unica famiglia, contro le coppie gay. E lo fa pubblicizzando un’iniziativa diametralmente opposta. L’Associazione Nazionale Famiglie Arcobaleno organizza per la prima volta a Cagliari un laboratorio per sensibilizzare le bambine e i bambini  (e le loro famiglie) al tema della diversità e delle diverse forme familiari. Non esiste oggi la Famiglia, ma esistono tanti diversi tipi di Famiglie (monoparentali, omogenitoriali, ricostituite, etc.), tutte da conoscere ed esplorare.

Il laboratorio “Famiglie… a colori!”, rivolto a bambine e bambini dai 4 ai 10 anni, attraverso il disegno e la lettura di alcune fiabe permetterà di fare un viaggio alla scoperta delle tante e coloratissime famiglie che possiamo incontrare nel corso della nostra vita. Un percorso di valorizzazione delle differenze che passa per il riconoscimento e il rispetto delle persone con cui entriamo in relazione nella nostra vita quotidiana.

Il laboratorio è frutto della collaborazione di Famiglie Arcobaleno con l’associazione Arc, lo studio Psynerghia e con Tiziana Di Benedetto che darà voce alle storie.

Parole e colori prenderanno forma nel parco dell’Ex Vetreria a Cagliari/Pirri sabato 30 maggio dalle 16.30.

Per informazioni e per iscriversi contattare le referenti regionali di Famiglie Arcobaleno:[email protected]


In questo articolo: