Cagliari, la storica edicola di Stampace a un bengalese: “Venderò anche custodie per cellulari e souvenir”

Il chiosco di Vasco Cogotti diventa un bazar. Il nuovo titolare è Amid Hossan, ex ambulante: “Non solo giornali, sono in società con mio zio. Spero di fare buoni affari e di ottenere l’autorizzazione del Comune molto presto”. VIDEO INTERVISTA.

Dai quotidiani sempre meno comprati e le riviste alle cover e custodie per gli smartphone e l’artigianato, oltre ai giocattoli. La storica edicola di Stampace, gestita per quasi settant’anni da Vasco Cogotti, si trasforma in un bazar, come è già successo ad altri chioschi in via Roma e altre zone della città. Ad averla acquistata, insieme ai suoi parenti, e un ormai ex venditore ambulante, Amid Hossan, 32 anni, nato in Bangladesh e a Cagliari da più di dieci anni: “Prima avevo una bancarella nella zona di piazza Yenne, ora ho l’edicola. Continuerò a vendere giornali ma anche cover per cellulari e prodotti artigianali”, spiega. Una rivoluzione, l’ennesima nuova vita per quelle edicole che, pian piano, stanno scomparendo. Bocca cucita per quanto riguarda l’aspetto economico, Amid e i suoi parenti presenti in città hanno acquistato la licenza da Vasco Cogotti e, entro l’anno, inizieranno a lavorare.
“Sono in attesa dell’autorizzazione da parte del Comune, conto di aprire entro il 2022”, prosegue, sorridente, il giovane bengalese. Che incrocia, ovviamente, già le dita: “Spero che vada tutto bene e che gli affari siano buoni”. E non dovrebbe essere difficile, visto che non punterà solo su quotidiani e magazine ma, anche e soprattutto, su oggetti che potranno fare breccia anche nel cuore, e nel portafoglio, dei turisti.


In questo articolo: