Cagliari, la rabbia dei giovani agricoltori: “Costretti a partire per colpa della Regione”

In 300 in corteo da piazza del Carmine fin sotto il palazzo di via Roma, nel mirino il mancato finanziamento regionale per ragazzi e ragazze che vogliono lavorare nei campi: “Non vogliamo emigrare, le nostre radici sono qui”. GUARDATE le foto

Centinaia di giovani col futuro messo in stand by. Il bonus della Regione per gli agricoltori young taglia fuori, allo stato attuale, circa 2mila ragazzi e ragazze. E molto di loro, da tutta l’Isola, sono arrivati a Cagliari per protestare “contro una Regione che non mantiene le promesse e che ci costringe ad andare a cercare fortuna lontano da casa nostra”. La protesta, organizzata dalla Coldiretti, prevede come tappa finale proprio via Roma e quel palazzo della Regione dal quale, a detta degli organizzatori, “sono uscite solo promesse”.

Tante valigie, a simboleggiare la partenza, così come una bara di cartone con una croce e una scritta: “La burocrazia ha ucciso l’agricoltura sarda, disillusi ne danno l’annuncio i giovani agricoltori”. Cagliari Online ha raccolto alcune delle loro storie, potrete leggerle nel corso delle prossime ore sul nostro sito preprod.castedduonline.localmente.it