Cagliari, la grinta di Walter Rebel: “Gambe fratturate ma vivo, i medici del Marino sono meravigliosi”

Selfie dal letto d’ospedale nel quale è ricoverato da tre giorni e sorriso beffardo, il 58enne investito in viale Elmas tiene duro e scherza: “Meglio qui che in una ‘suite’ al cimitero”

Le gambe sono fratturate, il dolore c’è, lenito “dagli antidolorifici”, ma la voglia di scherzare e sorridere non gli è passata. Walter Carta, mister Rebel, a tre giorni di distanza dall’incidente che l’ha visto coinvolto in viale Elmas a Cagliari (un 66enne ha preso in pieno la sua Simca Ariane parcheggiata, l’auto ha colpito l’artista 58enne alle gambe schiacciandolo contro la sua moto), si trova ancora ricoverato, in attesa di intervento, all’ospedale Marino. Selfie d’ordinanza e messaggio di “grinta” per tutti i suoi fan su Facebook: “Terzo pomeriggio nella ‘Rebel suite Speciale’ all’ospedale Marino, con gli antidolorifici per non sentire i dolori delle due gambe fratturate, in attesa di essere operato. E comunque, infermieri e dottori meravigliosi e gentili, un compagno di stanza ex barbiere di Muravera, un ragazzone di 78 anni col quale ci facciamo grandi discorsi e grandi risate, roba da mangiare assolutamente ottima, e una vista notturna con mare, luna e stelle”.

 

“Dai, poteva andare peggio”, scrive Carta. “Potevo anche essere in una suite al cimitero, ma ‘Dio Pistone’ ha deciso che per il suo prediletto non era ancora arrivato il momento”.