Cagliari, la denuncia: “Insultato e preso a sputi in faccia da un autista del Ctm”

Caos e tensione in via Scano, il racconto dell’operaio Maurizio Pinna: “Il bus mi ha tagliato la strada, l’ho fatto notare al guidatore e, dopo aver insultato me e mia moglie, mi ha addirittura sputato. Poi è ripartito, colpendo lo sportello del furgone”. L’uomo ha denunciato tutto ai carabinieri.

Una manovra forse un po’ azzardata, poi il caos. Mattinata di tensione in via Scano a Cagliari, sono anche intervenuti i carabinieri. A raccontare cosa è successo, “e presto formalizzerò la denuncia”, è Maurizio Pinna, operaio e dipendente di un’azienda edile di Quartu: “Erano le 9:45. Un bus della linea 3 del Ctm mi ha tagliato la strada in via Scano, vicino al semaforo del Largo Gennari. Quando ci siamo affiancati ho fatto notare all’autista che aveva compiuto una manovra pericolosa”. E, per tutta risposta, io guidatore del bus avrebbe “iniziato a insultarmi, facendo anche dei riferimenti pesanti su mia moglie”. Pinna è sceso dal furgone e si è avvicinato al bus: “Ha continuato a insultarmi e mi ha sputato in faccia. Poi è ripartito e ha colpito col bus lo sportello del mio furgone”. Pinna, 50 anni, ha chiamato i carabinieri, arrivati nel giro di pochi minuti.
Dopo essersi spostati davanti a piazza Padre Pio, l’uomo ha raccontato ai militari ciò che era appena accaduto: “E c’è anche un testimone, che è sceso dal pullman alla fermata successiva e ha confermato l’accaduto ai carabinieri. Sono riuscito a prendere il numero di targa del mezzo”. Il dipendente ha avvisato il titolare dell’azienda, Davide Marras: “Faremo la denuncia, sia per avere i soldi dell’assicurazione per i danni riportati dal furgone sia, ovviamente, per ciò che ha fatto l’autista del Ctm”. L’azienda di trasporto promette che “saranno effettuati prima gli approfondimenti del caso e verificherà l’accaduto”.


In questo articolo: