Cagliari, la denuncia choc: “Aggredito e rapinato di notte da uno straniero in via Maddalena”

Il fatto avvenuto mercoledì notte, la denuncia di Romolo Satta: “Uno straniero prima mi ha chiesto una sigaretta in piazza del Carmine, dopo pochi minuti mi ha aggredito con uno spintone. Sono caduto e mi ha rubato il cellulare, ho urlato per chiedere aiuto ma non c’era nessuno”

Aveva da poco terminato una serata spensierata in un locale di via Mameli, tra una canzone e un’altra cantate al karaoke. Poi, per Romolo Satta, 59enne cagliaritano, molto conosciuto per aver partecipato, qualche settimana fa, alla trasmissione tv di Rai 1 “La Corrida”, sarebbe iniziato l’incubo. È tutto messo nero su bianco nella “denuncia di rapina” fatta in questura all’alba del tre luglio scorso. Satta sarebbe stato aggredito la notte stessa “da un uomo di colore di circa trent’anni, alto, con capelli neri lunghi e non curati”. Come si sarebbe arrivati all’aggressione? “Verso le 4:30 sono uscito dal locale” di via Mameli “da solo, e mi sono seduto in prossimità dell’ingresso facendo orario per prendere il pullman 9 del Ctm in piazza del Carmine che passa alle 4:50”. Lo straniero l’avrebbe avvicinato “e mi ha chiesto una sigaretta. Gli ho detto che non fumo e si è allontanato. Pochi minuti dopo”, racconta Satta, “mi sono avviato per andare a prendere il pullman in piazza del Carmine. Mentre scendevo in via Maddalena ho incrociato lo stesso giovane di prima che saliva verso via Mameli. Ha borbottato qualcosa che non ho capito”, e poi, sempre stando alla denuncia, sarebbe avvenuta l’aggressione.

 

“Mi ha dato uno spintone facendomi cadere per terra e facendomi cadere gli occhiali”. Mentre il 59enne era “disteso” sul marciapiede “mi ha infilato una mano nella tasca anteriore sinistra dei pantaloni e mi ha preso il telefono, un Samsung Y5 di colore blu silver, ed è scappato via verso piazza del Carmine. Ho chiesto aiuto ad alta voce”, afferma Satta, “ma la strada era deserta e non è intervenuto nessuno. Nonostante i dolori alla testa e sul braccio sinistro, che presenta escoriazioni, sono riuscito ad alzarmi, ho raccolto gli occhiali e sono tornato nello stesso locale in cui mi trovavo prima”. Romolo Satta ha raccontato quanto gli era capitato “ai miei amici, i quali hanno chiamato la polizia e un’ambulanza”. All’arrivo degli agenti “ho raccontato l’accaduto e si sono messi alla ricerca del mio aggressore, senza trovarlo. Sul posto è intervenuta un’ambulanza che mi ha prestato le prime cure. Ho rifiutato di essere accompagnato all’ospedale”. Un’aggressione con rapina in piena regola, quindi, quella denunciata da Satta alla polizia, che sarebbe avvenuta proprio in una zona dove, anche in passato, si sono purtroppo registrati fatti simili.