Cagliari, la clamorosa rivelazione: “Ranieri voleva dimettersi dopo il ko con la Lazio, la squadra gli ha fatto cambiare idea”

Secondo quanto riferito da la Repubblica, infatti, il tecnico Claudio Ranieri avrebbe comunicato a club e giocatori la sua intenzione di dimettersi, dopo la sconfitta contro la Lazio. Solo l’accorato intervento negli spogliatoi di Pavoletti, che avrebbe promesso maggiore impegno dei giocatori, avrebbe portato al dietrofront. Gianluca di Marzio invece frena: “Niente dimissioni, ha solo detto ai giocatori: se il problema sono io, mi faccio da parte”

Cagliari, la clamorosa rivelazione: “Ranieri voleva dimettersi dopo il ko con la Lazio, la squadra gli ha fatto cambiare idea”. Secondo quanto riferito da la Repubblica, infatti, il tecnico Claudio Ranieri avrebbe comunicato a club e giocatori la sua intenzione di dimettersi, dopo la sconfitta contro la Lazio. Solo l’accorato intervento negli spogliatoi di Pavoletti, che avrebbe promesso maggiore impegno dei giocatori, avrebbe portato al dietrofront del mister. Oltre a Repubblica ,lo riporta anche Tuttomercatoweb.com: “A far cambiare idea all’allenatore testaccino sarebbe stata proprio la squadra, compatta nel sostenerlo. Diversi giocatori si sarebbero opposti alle sue dimissioni, su tutti avrebbe preso la parola Leonardo Pavoletti, uno dei leader dello spogliatoio: “Stiamo lavorando come matti, siamo uniti, la ruota girerà – avrebbe detto il centravanti – mister, continueremo a dare il massimo sino alla fine”. Un’altra versione più morbida dei fatti arriva da Gianluca Di Marzio, esperto di calciomercato di Sky: Nelle ultime ore sono circolate anche delle indiscrezioni su un presunto passo indietro da parte di Claudio Ranieri: in realtà, a dispetto delle voci, l’allenatore romano non ha presentato le dimissioni. Dopo la gara contro la Lazio c’è stato un confronto nello spogliatoio, e Ranieri ha detto chiaramente alla squadra che se il problema fosse stato lui, si sarebbe fatto da parte”.

Poi la conferenza stampa di Giulini, che da una parte ha dato enorme fiducia a Ranieri affermando che il mister resterà comunque sino all’ultima partita e non rischia l’esonero. Parole meno dolci quando Giulini ha però ricordato di avere accontentato Ranieri nella scelta di acquistare Augello e Jankto e gli altri acquisti di esperienza, rilevando che la maggior parte della rosa non sta rispettando le aspettative, a parte quattro-cinque giocatori. A sorpresa dunque, con le dimissioni, Ranieri avrebbe rinunciato anche agli oltre due milioni di euro previsti ancora nel suo contratto che scade tra un anno e mezzo. Cosa succederà ora se il Cagliari non dovesse reagire e vincere nello spareggio di Udine di domenica prossima?


In questo articolo: