Cagliari-Juve, Matuidi insiste: “Versi di scimmia quando toccavamo il pallone alla Sardegna Arena”

Per questo Moise (Kean) ha avuto questa reazione quando ha segnato, per dire che non capiva, per questo ha aperto le braccia. Dopo i cori si sono intensificati e si sono sentiti di più. Purtroppo sono durati fino alla fine. Queste persone devono essere punite, non venendo più allo stadio, molto semplice”

Matuidi, il centrocampista francese bianconero è tornato sui fatti della Sardegna Arena e gli insulti razzisti piovuti da una minoranza di tifosi della curva Nord all’indirizzo dell’attaccante Kean, autore del 2 a 0.

Intervistato da Canal Plus Matuidi  “Quelle sono persone stupide che non hanno nulla a che fare con il calcio. Quando toccavamo il pallone si sentivano dei versi di scimmia. Per questo Moise (Kean) ha avuto questa reazione quando ha segnato, per dire che non capiva, per questo ha aperto le braccia. Dopo i cori si sono intensificati e si sono sentiti di più. Purtroppo sono durati fino alla fine. Queste persone devono essere punite, non venendo più allo stadio, molto semplice”.