Cagliari, inaugura giovedì l’esposizione di rari testi scientifici donati dal prof. Sterzi all’Università

La mostra è visitabile fino al 30 aprile dal martedì alla domenica dalle 9 alle 13 e dalle 16 alle 19, mentre il lunedì si osserverà un giorno di chiusura. L’accesso è gratuito

Sarà inaugurata dal Rettore Maria Del Zompo giovedì 11 aprile alle 10 alla Cittadella dei Musei l’esposizione di rari testi scientifici donati dal prof. Giuseppe Sterzi (scomparso nel 1919) e dalla sua famiglia all’Università di Cagliari. Organizzata dal professor Alessandro Riva, Professore Emerito di Anatomia, la nuova mostra si trova accanto al Museo “Raccolta delle Cere Anatomiche di Clemente Susini” ed è stata realizzata in collaborazione con la Biblioteca Biomedica ed il Dipartimento di Scienze Biomediche nel centenario della morte del professor Sterzi (1876-1919), che fu direttore dell’Istituto Anatomico di Cagliari negli anni 1910-1919.

Si tratta di una selezione di preziosi testi – catalogati in un fondo speciale ad opera del compianto Beniamino Orrù, funzionario dell’Ateneo e direttore della Biblioteca del Distretto biomedico-scientifico – che dunque sarà esposta al pubblico per la prima volta nella Sala delle Mostre temporanee (balconata al primo piano) nella Cittadella dei Musei di Cagliari, in Piazza Arsenale 1.

La nipote del professor Sterzi, Sabina, ha voluto donare, in questa occasione, al professor Riva anche il grande e raro atlante di anatomia, di Marco Leopoldo e Floriano  Caldani “Tabularum anatomicarum pars tertia sectio prima. Uterus gravidus embriones humani cor arteriae venae tabula CXXXV-CCIV” [1810]. Il testo è stato da lei ereditato dal padre, illustre dermatologo nato a Cagliari in via Salita di S. Chiara 1 il 24 luglio 1913 e, per tutta la vita, fiero della sua origine cagliaritana. Il motivo del dono è l’impegno dimostrato nella valorizzazione della personalità scientifica ed umana di suo nonno dal professor Riva, che ha poi devoluto il prezioso atlante al Museo delle Cere, dove verrà esposto in permanenza accanto ai modelli anatomici.

La mostra è visitabile fino al 30 aprile dal martedì alla domenica dalle 9 alle 13 e dalle 16 alle 19, mentre il lunedì si osserverà un giorno di chiusura. L’accesso alla Mostra è gratuito.


In questo articolo: