Cagliari, il progetto: “Battelli elettrici al parco Nervi per arrivare in 20 minuti a Monserrato”

Area green inaugurata, si studia il futuro del padiglione. Accanto c’è una banchina, Truzzu: “Canale navigabile, in 10 minuti si raggiunge l’ospedale Marino. Dobbiamo sfruttare la tecnologia”. E potrebbe anche essere un richiamo per i turisti. Cosa ne pensate?

Il Parco del Nervi è realtà, ieri l’inaugurazione. Tanto verde, fontanelle e panchine, un futuro ristorante e un’area all’aperto per eventi culturali e musicali circondano il padiglione, abbandonato da anni ma col futuro da definire, in tempi brevi. E il sindaco Paolo Truzzu ha in mente un progetto che valorizzerebbe ancora di più l’area, almeno nelle previsioni, anche da un punto di vista turistico: “Accanto al padiglione c’è il canale e una banchina, possiamo realizzare una stazione intermodale con dei battelli elettrici che portano, in venti minuti, a Monserrato, dove ricordo che esiste già un’altra banchina”. Cagliari-Monserrato, e ritorno, via mare, quindi. Non solo.
“In dieci minuti si possono raggiungere la zona dell’Idrovora e dell’ospedale Marino”, ricorda il sindaco: “È una funzionalità che possiamo sfruttare, la tecnologia e l’elettrico ci aiutano, è una strada che dobbiamo e possiamo percorrere”. Una svolta che, ovviamente, servirebbe anche per intercettare più turisti in una zona di Cagliari, dopo decenni, tutta rinnovata.


In questo articolo: