Cagliari, il palazzo della Regione si tinge di rosso contro la violenza sulle donne

“Oggi 25 novembre i nostri due palazzi istituzionali si illuminano di rosso, un gesto simbolico per ricordare le donne vittime di violenza e per non spegnere mai l’attenzione e l’impegno che deve essere profuso ogni giorno per contrastare la violenza di genere”

“Oggi 25 novembre i nostri due palazzi istituzionali si illuminano di rosso, un gesto simbolico per ricordare le donne vittime di violenza e per non spegnere mai l’attenzione e l’impegno che deve essere profuso ogni giorno per contrastare la violenza di genere”. Nelle parole di Barbara Congiu quel segnale che parte un po’ da tutta l’Isola: il no alla violenza delle donne, anche alla luce degli ultimi casi drammatici avvenuti in Italia. In occasione della Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne, in programma ieri, la Regione ha acceso simbolicamente i palazzi di viale Trento e di via Roma, sede del Consiglio regionale.
Un gesto simbolico che nasce su iniziativa della “Commissione Regionale per la Realizzazione della Parità tra Uomini e Donne” e che vuole manifestare la vicinanza e il supporto delle Istituzioni sarde alle donne vittime di violenza e femminicidio e alle loro famiglie. Per prevenire e non dimenticare.

jacopo.norfo@castedduonline.it


In questo articolo: