Cagliari, il gatto gettato nella fontana diventa un caso nazionale

Il povero felino, vittima di un gesto ignobile, è ora introvabile. Un “esercito” tra volontari e amici degli animali si sta adoperando per accudirlo, intanto dalla clinica veterinaria “Due Mari” di Oristano lo staff è pronto ad accoglierlo

“Stiamo lavorando per questo micio, quello buttato nella fontana della facoltà di Architettura, a Cagliari. Attualmente non si trova da nessuna parte, i volontari lo cercano per poter vedere come sta e di cosa ha bisogno. Abbiamo dato la nostra disponibilità a riceverlo, mollate ogni forma di polemica, cerchiamo il gatto”.

IL CASO. Poche righe, dallo staff della Clinica Veterinaria “Due Mari” di Oristano, mentre l’episodio diventa un caso nazionale e viene ripreso come avvenimento anche dal TgCom24: il povero felino, mascotte della facoltà di Architettura, sarebbe introvabile dopo il gesto di una studentessa che pare si sia vantata pure del gesto ignobile sui social.   

Un atto di puro maltrattamento, il micio vive all’interno dell’area antistante la facoltà in una colonia felina riconosciuta, in cerca di cibo e carezze: Renzo lo conoscono tutti, soprattutto gli studenti, docile e in cerca di affetto. Ora lo sta cercando mezza città, volontari e amanti degli animali in primis, con la clinica veterinaria di Oristano che ha già dato la disponibilità ad accoglierlo. Chi ha notizie del gatto si faccia avanti mentre ad oggi la stupidità della “studentessa” autrice del gesto insano, è stata letteralmente presa di mira da migliaia di utenti.  


In questo articolo: