Cagliari, il Coro del Teatro Lirico in un affascinante spettacolo multimediale

Venerdì 21 e sabato 22 giugno alle 21.30, nella corte all’aperto della Manifattura Tabacchi di Cagliari, si svolgono due serate assolutamente straordinarie che prevedono l’esibizione del Coro del Teatro Lirico, diretto da Donato Sivo, con l’accompagnamento all’organo di Andrea Mudu.

Venerdì 21 e sabato 22 giugno alle 21.30, nella corte all’aperto della Manifattura Tabacchi di Cagliari (viale Regina Margherita 33), si svolgono due serate assolutamente straordinarie che prevedono l’esibizione del Coro del Teatro Lirico di Cagliari, diretto da Donato Sivo, con l’accompagnamento all’organo di Andrea Mudu.

 

La particolarità della proposta, denominata “Progetto MediaLab”, sta nel fatto che è stato ideato e realizzato un vero e proprio spettacolo di immagini e luci che incornicia e dialoga, di volta in volta, con le diverse musiche presentate, coinvolgendo il pubblico in un emozionante caleidoscopio sensoriale. La regia tecnologica dello spettacolo è curata da Marco Quondamatteo che, insieme a Simone Murtas, creano i contenuti video, mentre Ilaria Nina Zedda è la concept e dramaturg e Giovanni Melis il lighting designer.

 

Il programma musicale delle due serate propone all’ascolto del pubblico quattro affascinanti pagine di musica sacra: Magnificat di Domenico Scarlatti; Quattro mottetti su temi gregoriani di Maurice Duruflè; Magnificat di Arvo Pärt; Nisi Dominus e Lauda, Jerusalem dominum dal Vespro della Beata Vergine di Claudio Monteverdi.

 

Il “Progetto MediaLab” è realizzato in collaborazione con Sardegna Ricerche, nell’ambito del programma culturale di Manifattura Tabacchi.

 

Con il “Progetto MediaLab” si conclude il Progetto “Rifunzionalizzazione del Parco della Musica e del Teatro Lirico di Cagliari – Internazionalizzazione e innovazione delle produzioni anche per la valorizzazione turistico-culturale degli attrattori territoriali”. Finanziato dal Piano d’Azione Coesione “Progetti strategici di rilevanza regionale” che valorizzano le priorità del POR FESR nell’ambito della Programmazione Unitaria 2014-2020, realizzato e promosso in collaborazione con l’Unione Europea, il Governo Italiano e la Regione Sardegna.

 

«Nell’ambito del “Progetto MediaLab”, il Teatro Lirico di Cagliari intende realizzare una narrazione visiva digitale site specific attraverso la tecnica del Projection Mapping, in stretta collaborazione con esperti del settore, in una innovativa performance, anche nell’ottica di una viralità dell’evento sui maggiori social media.

La tecnologia Projection Mapping permette di proiettare delle immagini sulla superficie di uno o più oggetti, anche di forma irregolare, trasformandoli in spazi creativi per narrazioni immersive. Il suo utilizzo, abbinato ai suoni e alle musiche, permette di creare una narrazione audiovisuale in tempo reale.

L’obiettivo è quello di equilibrare il suo utilizzo, con l’aspetto sonoro e visivo dato dalla performance in tempo reale del Coro del Teatro Lirico di Cagliari, mescolando armonicamente i differenti linguaggi artistici, per restituire le atmosfere poetiche e mistiche che accompagnano da sempre il dialogo tra l’Umano e il Divino.» (da: presentazione del “Progetto MediaLab”).


In questo articolo: