Cagliari, i senza casa a Zedda:”Gramsci si rovescia nella tomba”-VIDEO

Duro confronto tra il sindaco di Cagliari e le famiglie senza casa che ieri protestavano sotto il Municipio. Sindaco contestato sotto il Municipio: “Tu vuoi andare in ferie e lasciarci senz’acqua, tu non difendi gli ultimi e non dai risposte sulle case popolari”

Faccia a faccia delle famiglie senza a casa con il sindaco di Cagliari dopo ore di attesa e protesta sotto il Comune. Alla fine del Consiglio comunale Zedda è sceso e ha parlato con i manifestanti promettendo un incontro in settimana.Ma è stato accerchiato, praticamente umiliato dai senzatetto: “Mi hai tolto l’acqua e anche la patria potestà dei miei figli, ricordati che tra un anno ci sono le votazioni”, ha detto una residente di via Cagna. Momenti di fortissima tensione: “Tu vuoi andare in ferie e lasciarci senz’acqua, tu che dovresti essere a difesa degli ultimi per chi rappresenti. Gramsci si sta rovesciando nella tomba.Tu hai chiesto ad Abbanoa di staccarci l’acqua, con i nostri bambini. Se non è vero, fai subito un’ordinanza per riallacciarla, Hai forse paura di una denuncia? Devi costruire case popolari perchè noi non ne abbiamo, non ristrutturarle. Ci sono cinquemila case vuote a Cagliari, perchè non le utilizzate?”. Zedda ha borbottato qualche risposta, annunciando i soliti interventi per Santa Teresa e Sant’Elia.  

“Vogliamo soluzioni immediate – hanno detto le quindici famiglie che da mesi occupano scuole abbandonate e vivono senza acqua dopo lo slaccio disposto da Abbanoa in accordo col Comune – Siamo da decenni in graduatoria e in città ci sono tanti stabili vuoti: trovateci una sistemazione”. Video di “Sa Domu, studentato occupato”.


In questo articolo: