Cagliari, future mamme “coccolate” al Brotzu tra tisane e libri: ecco la sala “Materni-tè”

Taglio del nastro al Brotzu per la sala Materni-tè dedicata alle future mamme: “Potranno chiacchierare tra loro e confrontarsi, serenamente, con le ostetriche e i ginecologi”

Si chiama “Materni-tè” la nuova sala del Brotzu, di dieci metri quadri, interamente dedicata alle future mamme. Il locale si trova nel reparto di Ostetricia e Ginecologia: poltrone, divani e una ricca libreria con tanti libri da poter sfogliare, magari sorseggiando una calda tazza di tè. La sala è attiva da oggi: “L’intento è quello di dare ascolto e trovare un momento di condivisione delle problematiche legate alla gravidanza e ai problemi relativi alla condizione femminile”, spiegano dai piani alti dell’Azienda ospedaliera di piazzale Ricchi. Sarà aperta tutti i giorni: “Per le donne sarà un nuovo punto di ritrovo per parlare, in maniera informale, con ostetriche e ginecologi davanti a un tè o a una tisana”. Lo spazio sarà aperto tutti i giorni, dalle nove sino al tardo pomeriggio e potrà essere utilizzato anche da tutte le mamme che, per un motivo o per un altro, dovranno ritornare al Brotzu per sottoporsi a visite e controlli. “Sarà anche possibile allattare il proprio bambino o bambina in tutta tranquillità”.

 

Presenti, al taglio del nastro, il direttore del reparto di Ostetricia e Ginecologia Giuseppe Chessa e il direttore medico Marinella Spissu.