Cagliari, folle fuga e panico a San Michele: scappa con lo scooter rubato, i parenti aggrediscono i vigili

In carcere un 41enne pluripregiudicato che era in permesso premio. Senza patente, ha tentato la fuga scagliandosi violentemente contro gli agenti e rischiando di investire i passanti e provocare incidenti


Per le ultime notizie entra nel nostro canale Whatsapp

Ha aggredito gli agenti della polizia municipale, è scappato a bordo di uno scooter rubato seminando il panico fra automobilisti e passanti e alla fine è stato arrestato e portato in carcere a Uta. Sono stati gli agenti motociclisti del nucleo di pronto intervento della Polizia Locale di Cagliari a intercettare proprio il veicolo rubato nella locale Via Po. Immediato il tentativo di fermare il veicolo con il conducente, un pluripregiudicato 41 enne di Cagliari senza patente sottoposto alla misura alternativa alla detenzione con messa alla prova con i servizi sociali, che dopo aver accelerato ha costretto gli agenti a un lungo e pericoloso inseguimento.
Ha creato il panico nel rione San Michele rischiando di investire ripetutamente i passanti (per ben due volte alcuni pedoni in fase di attraversamento della strada hanno evitato l’impatto per pochi centimetri) percorrendo ad altissima velocità molte vite contromano.
Il suo tentativo di fuga è finito solo quando ha perso il controllo della moto andando a sbattere contro un auto e cadendo rovinosamente in terra, in quel momento è stato arrestato dagli agenti senza non poche difficoltà e dopo una breve colluttazione.

 

Dopo pochi minuti i familiari e molti conoscenti hanno raggiunto l’uomo, tentando di proteggerlo e facendogli scudo, aggredendo a loro volta gli agenti con calci, pugni e sputi. Immediato l’arrivo di pattuglie in ausilio. In una delle fasi concitate e di ripristino della tranquillità, un 22enne finito in manette è stato strappato via con la forza agli agenti e spinto velocemente su una macchina che in fuga a forte velocità ha fatto  perdere le tracce dell’arrestato e del conducente, un ragazzo cagliaritano, identificato anch’esso pluripregiudicato di 22 anni già noto agli uffici con rapporti di parentela con l’arrestato.
La cooperazione con le altre forze di polizia ha fatto si che in tarda serata il fuggitivo viene trovato dalla Squadra Volanti della Questura di Cagliari e tratto nuovamente in arresto.
Durante lo svolgimento del rito direttissimo di questa mattina all’indagato, grazie alla collaborazione della Sezione Anticrimine della Questura, veniva revocata dal Tribunale di Sorveglianza la misura alternativa di messa alla prova disponendo la traduzione in carcere e inoltre lo stesso sottoposto alla custodia cautelare in carcere e trasferito nella casa circondariale di Uta con rinvio a giudizio dell’udienza nel mese di settembre per la fattispecie del caso. Sono in corso indagini che hanno già portato all’identificazione di diversi aggressori: a tutti saranno contestate le ipotesi di reato previste tra cui favoreggiamento e agevolazione di evasione di persona arrestata in concorso.


In questo articolo: