Cagliari, folla nelle vie dello shopping prima del lockdown: da domani scatta la zona rossa

Pienone in via Dante, via Garibaldi, via Manno e via Roma. Tanti cagliaritani si godono le ultime ore senza restrizioni, anche a caccia di regali. Domani, Vigilia di Natale, si potrà uscire solo per motivi urgenti e con l’autocertificazione

Il sole e i diciotto gradi di temperatura massima invogliano tanti cagliaritani a concedersi una delle ultime passeggiate “libere” prima del lockdown di Natale. Da domani e sino a domenica i primi quattro giorni di zona rossa in tutta Italia, si potrà uscire solo per motivi urgenti e sempre con l’autocertificazione tra le mani, o in tasca, pronta per essere mostrata in caso di controlli. Così, in un 23 dicembre 2020 decisamente particolare, le vie dello shopping hanno vissuto il pacifico “assalto” delle persone. C’è chi era in fila fuori da negozi di abbigliamento o gioiellerie per acquistare gli ultimi regali e chi, più semplicemente, ne ha approfittato per sgranchirsi le gambe. Tra i commercianti prevale il malcontento: ristori insufficienti, nuove chiusure in tutti i giorni “rossi” decisi dal Governo Conte, vigilia di Natale inclusa, sono fatti che non strappano, di certo, sorrisi. Il malcontento, unito a una forte incertezza sul futuro, c’è. Cali di fatturato sin da marzo, spese alte per igienizzare e rispettare le regole anti Coronavirus, pagamenti di tasse e balzelli arrivati sin troppo puntualmente: l’aria che tira, insomma, non è delle migliori.

 

Casteddu Online ha intervistato alcuni negozianti delle vie dello shopping: c’è chi lamenta un calo degli affari anche del 40 per cento rispetto al 2019, chi ha dovuto pagare puntualmente migliaia di euro di Iva e chi, con i ristori ricevuti, è riuscito a malapena a pagare, solo in parte, l’affitto. Nel corso delle prossime ore sarà possibile leggere le loro storie sul nostro sito www.castedduonline.it e sentire le loro testimonianze durante “Radio Casteddu la fai tu” su Radio Casteddu.


In questo articolo: