Cagliari, fine della paura: l’uomo senza memoria finito a Napoli riabbraccia la sua famiglia

L’ottantunenne ricoverato a Napoli dopo esser partito ieri in nave dal capoluogo sardo “ritrovato” dai suoi parenti. La figlia: “Era sparito da ieri sera, avevamo già fatto denuncia ai carabinieri. Grazie a tutti per averci aiutato a ritrovarlo”

L’ottantunenne sardo finito a Napoli dopo essersi imbarcato su una nave della Tirrenia può riabbracciare la sua famiglia. L’uomo, che ha dichiarato di aver perso la memoria e di non ricordarsi più chi era, si trova ricoverato in un ospedale campano. Sono gli stessi figli a contattare la redazione di Casteddu Online per dare la buona notizia: “Nostro padre si è allontanato ieri sera da una zona di campagna, avevamo subito fatto denuncia di scomparsa ai carabinieri. Grazie a tutti per le condivisioni dell’articolo del vostro giornale online, si sono rivelate preziosissime per ritrovarlo”, afferma la figlia. Felice anche l’associazione Nessuno tocchi Ippocrate: “La persona che ha perso la memoria ha ritrovato la sua famiglia! In queste ore i parenti lo stanno venendo a prendere a Napoli. Finalmente Facebook si è dimostrato,ancora una volta , di grande utilità”.

 

 


In questo articolo: