Cagliari, i fan “grillini” sicuri di vincere: “Arriveremo al 51 %”

Il 4 marzo si vota, tra gli elettori e i simpatizzanti del Movimento 5 Stelle trionfa l’ottimismo: “Con Di Maio la Sardegna e l’Italia diranno addio alla corruzione e agli sprechi. I cittadini devono imparare a diventare onesti”

I fan del Movimento 5 Stelle hanno già una certezza granitica: “Vinceremo in tutte le Regioni, anche in Sardegna”. In circa 150 affollano la saletta interna del Lazzaretto di Sant’Elia, luogo scelto dai vertici regionali del partito per chiudere la campagna elettorale. Impossibile trovare una sola persona presente con le idee non chiare sulla scelta da fare dentro la cabina elettorale. Ci sono i genitori di Andrea Mura, skipper prestato alla politica: “Sappiamo che gli piacciono le sfide, ci siamo adattati alla sua scelta, prima votavamo a sinistra”.
Molte le persone presenti anche da altri Comuni isolani: “Sono di Assemini, lavoro all’Enel. Faremo almeno il 51 per cento, l’onesta serve dappertutto”, dice un signore di mezza età. Accanto a lui un collega di lavoro che vive a Nuxis: “È fantastico tutto ciò che stanno facendo Di Maio e Di Battista insieme agli attivisti. Il Movimento non si deve alleare con nessuno, se non ci sarà il tanto per fare il Governo meglio tornare alle urne. Con la vittoria dei 5 Stelle saranno tagliati quegli sprechi e quella corruzioni alle quali siamo stati obbligati a sottostare per troppi anni”. Una libera professionista di Cagliari è netta: “Prima votavo Berlusconi, ma Di Maio è nettamente migliore. Il Movimento mi piace perché ha buone idee ed è una realtà onesta”.


In questo articolo: