Cagliari, due concerti per recuperare due organi storici

Gli strumenti custoditi nelle chiese di San Michele e di San’Antonio Abate, sono tra i più importanti organi storici conservati a Cagliari: quello settecentesco di scuola napoletana  e l’organo Agati Tronci del 1887. Appuntamento domani e martedì 27 dicembre

 

Due concerti per sensibilizzare i cittadini al recupero di due tra i più importanti organi storici conservati a Cagliari: quello settecentesco di scuola napoletana della Chiesa di San Michele in Stampace e l’organo “Agati Tronci”, datato 1887, custodito nella Chiesa di Sant’Antonio Abate.

A organizzarli sono il Laboratorio Organi storici del Conservatorio di Cagliari (LabOs) e l’Ensemble Bizzarria del dipartimento di Musica antica dello stesso Conservatorio che, in collaborazione con la comunità dei Padri Geguiti, l’Arciconfraternita della Santissima Vergine d’Itria e il festival Echi Lontani, propongo domani (giovedì 23 dicembre)alle 21.15 nella Chiesa di San Michele, in via Ospedale, un concerto incentrato su musiche di Dall’Abaco, Torelli, Manfredini e Handel. Solista sarà l’organista Fabrizio Marchionni.

Il secondo appuntamento sarà proposto, invece, martedì 27 dicembre alle 19 nella Chiesa di Sant’Antonio Abate, in via Manno, dove saranno eseguite partiture di Manfredini, Gamberini, Dall’Abaco, Torelli e Bach. Le parti soliste sono affidate al soprano Alessandra Casula e al basso Alessandro Porcu.


In questo articolo: