Cagliari, dramma all’Oncologico: operatore di Anatomia patologica muore stroncato da un infarto

La tragedia nel reparto dell’ospedale di via Jenner. Pierangelo Piseddu, 62 anni, era di Senorbì. Il dolore dei colleghi: “Tristezza disarmante, è come se fosse morto un familiare”

È arrivato al lavoro, nel reparto di Anatomia patologica, come ogni giorno. Poi, il malore improvviso e, purtroppo, fatale. Pierangelo Piseddu, operatore tecnico di Anatomia patologica, è morto oggi nel reparto: a stroncarlo è stato un infarto. La conferma dell’identità e delle cause del decesso arriva dalla stessa azienda ospedaliera. Un dramma, quello al quale hanno assistito vari colleghi di Piseddu: residente a Senorbì, sposato, aveva sessantadue anni e lavorava da molto tempo nell’ospedale di via Jenner. La notizia della sua tragica scomparsa è arrivata a colleghi ed ex colleghi nel giro di breve tempo, e su Facebook ci sono già tanti commenti di cordoglio. Tutti descrivono Pierangelo Piseddu come un lavoratore capace e attento, sempre disponibile. “É come se fosse morto un familiare”, scrive più di un collega sui social.

 

Tra chi lo ricorda con un lungo messaggio c’è Arturo Bertolini: “Sino all’anno scorso eravamo colleghi, poi sono andato in pensione” spiega a Casteddu Online. “Ciao caro amico e collega Pierangelo! Quando ci lascia un amico, soprattutto se accanto a noi da molti anni il dolore è pari a quello di un familiare. Devo dire che con lui avevo instaurato un ottimo rapporto, venimmo assunti lo stesso giorno, nel maggio 1982. Avevamo in comune alcune passioni e le nostre chiacchierate erano lunghe e piacevoli, troppo presto ci ha lasciato, che tristezza”. Un’altra collega, Maria S., sotto la foto di Pierangelo Piseddu scrive un ricordo molto commosso: “Non ci sono parole per quegli attimi vissuti questa mattina, niente. Non si è potuto far niente per quanto tutto si sia tentato. Senza parole, solo una tristezza disarmante”.