Cagliari, donna dominicana fermata in aeroporto con 120 grammi di droga shaboo: dieci volte più forte della cocaina

Attraverso i narco test, si è potuto accertare che la sostanza trasportata corrispondeva ad una pericolosa droga sintetica denominata shaboo, che viene di solito importata dal sud-est asiatico e che ha effetti devastanti sulla psiche e sulla persona dei consumatori. L’assunzione provoca totale mancanza di sonno e di appetito, un effetto stimolante dieci volte maggiore della cocaina, sostanza che si sta diffondendo soprattutto tra i giovani


Per le ultime notizie entra nel nostro canale Whatsapp

I finanzieri del 1° Nucleo Operativo Metropolitano della Guardia di Finanza ed i Funzionari dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli (ADM) di Cagliari hanno sottoposto a sequestro 120 grammi di una potente sostanza stupefacente denominata “shaboo” che sarebbe stata immessa in vendita nell’hinterland cagliaritano.

Una passeggera di origine dominicana proveniente da Barcellona è stata fermata presso lo scalo aeroportuale di Cagliari – Elmas. I successivi approfondimenti consentivano di rinvenire, abilmente occultati nelle parti intime della donna, 10 involucri di forma sferica contenenti una sostanza incolore ed inodore. Attraverso i narco test, si è potuto accertare che la sostanza trasportata corrispondeva ad una pericolosa droga sintetica denominata shaboo, che viene di solito importata dal sud-est asiatico e che ha effetti devastanti sulla psiche e sulla persona dei consumatori. L’assunzione provoca totale mancanza di sonno e di appetito, un effetto stimolante dieci volte maggiore della cocaina, sostanza che si sta diffondendo soprattutto tra i giovani.

Ogni involucro conteneva circa 12 grammi di shaboo che appartiene alla famiglia delle metanfetamine, per un totale complessivo di 120 grammi di droga. Il quantitativo sottoposto a sequestro avrebbe consentito la suddivisione in circa 1.200 dosi.

Una “dose normale” di tale droga sintetica è tendenzialmente pari ad un decimo di grammo e viene venduta al dettaglio a circa 40/50 euro, mentre la “dose normale” di cocaina è pari ad 1 grammo ed il costo al dettaglio si aggira sugli 80/100 euro.

Il corriere è stato tratto in arresto e tradotto presso la casa circondariale di Uta.

L’attività è stata resa possibile grazie ai costanti e mirati servizi di tipo preventivo e, nello specifico, di analisi e verifica dei flussi in transito presso l ’aeroporto della città metropolitana di Cagliari, sinergicamente posti in essere da ADM e Guardia di Finanza, corroborati dall’infallibile fiuto delle unità cinofile in forza presso le Fiamme Gialle che non perdono occasione per dimostrare l’elevatissimo livello di addestramento conseguito e nel tempo mantenuto

L’attività di servizio si inquadra nell’ambito della perpetua e coordinata azione di controllo assicurata da Guardia di Finanza e ADM a contrasto dei traffici illeciti negli spazi doganali, anche finalizzata alla prevenzione e repressione del traffico illecito di sostanze stupefacenti o psicotrope, ai sensi del D.P.R. 309/1990 “Testo Unico sugli Stupefacenti”.