Cagliari, Dessena è tornato grande: vittoria che profuma di salvezza

Il Cagliari batte il Palermo 2-1, soffre e si rilancia in classifica. Decisiva la storica doppietta di Daniele Dessena, la favola del capitano che cancella così tanti mesi di amarezza dopo l’infortunio di Brescia

Il Capitano torna e si riprende il Cagliari. Un tiro al volo al fulmicotone, poi una zampata da bomber efferato. Lo riprende in mano e lo riporta sulla retta via: Daniele Dessena, l’uomo della sostanza e delle differenza. Una doppietta storica in serie A, che stende il Palermo in una vittoria rossoblù che profuma già di salvezza. Una vittoria sofferta, proprio come la sofferenza vissuta in questi mesi da capitan Daniele: tanti mesi fuori squadra dopo quel maledetto infortunio a Brescia, non avrebbe potuto sognare un ritorno da titolare più dolce in serie A. Proprio contro quel Palermo che due anni fa firmò la retrocessione matematica in serie B del cagliari, e che oggi è sembrata la peggior squadra della serie A.

Il Cagliari ha vinto 2-1 ed è riuscito a complicarsi la vita nel finale, quando la dormita della difesa ha consentito a Nestorosky di avvincinare il pareggio. Qualche mischia in area cagliaritana e poco più, il Cagliari sa soffrire e porta a casa tre punti che significano la tranquillità. A quota 16 in classifica, il Cagliari ha ben 9 punti di vantaggio sulla terzultima. E ora può pensare a un campionato diverso, anche se davanti ci sono due trasferte contro Torino e Chievo. Rastelli si conferma un tecnico che in casa riesce sempre a vincere le partite decisive, quando i punti scottano. Anche oggi il gioco si è visto poco, ma ha risolto tutto lui: Daniele Dessena, il capitano ritrovato. Con le unghie e coi denti. Ma quanta fatica. 


In questo articolo: