Cagliari, commemorazione dei morti: “Cimitero assalito dai parcheggiatori abusivi”

“I frequentatori di San Michele sono sempre più preoccupati per i disturbi arrecati e temono per l’incolumità propria, dei loro cari e delle loro autovetture in caso di diniego. Non è più sostenibile ed occorre intervenire con urgenza, nel rispetto e nell’assoluta serenità di chi si reca a trovare i defunti

Cimitero assalito dai parcheggiatori abusivi. Il caso arriva in consiglio comunale con un’interrogazione del consigliere Alessandro Sorgia, del gruppo misto.

Al cimitero di San Michele il numero di frequentatori aumenta in occasione della ricorrenza del 2 Novembre relativa alla commemorazione dei defunti. E in coincidenza aumentano anche le lamentele di chi, viene “quasi assalito dai numerosissimi cittadini stranieri” presenti nelle immediate vicinanze all’ingresso principale della struttura che si avvicinano numerosi, per segnalare la presenza di un parcheggio o per vendere i propri articoli”, aggiunge il consigliere anche se “i frequentatori non hanno assolutamente lo stato d’animo necessario a tali richieste, ed hanno invece ben altre cose a cui pensare. La situazione, in particolare negli ultimi tempi, sta pericolosamente degenerando con l’aumento delle insistenze, quasi come fosse un obbligo acquistare la merce o lasciare un obolo per il parcheggio. i frequentatori sono sempre più preoccupati per i disturbi arrecati e temono per l’incolumità propria, dei loro cari e delle loro autovetture in caso di diniego. Non è più sostenibile ed occorre intervenire con urgenza, nel rispetto e nell’assoluta serenità di chi si reca a trovare i defunti”.

en.ne.

en.ne.